Francesco Mercuri

Francesco Mercuri fu Angelo, nato a  Polistena il 22 novembre 1904, nella frazione Melicucco. Si  sposò a Polistena con Pasqualina Guerrisi, figlia di Domenico. Si stabilì nella Polistena vecchia, e con la moglie comincia ad acquistare dei terreni, e a creare una masseria.(3)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Francesco MercuriFrancesco,(1) figlio di ,(2) fu cresciuto dai Mercuri, a testimonianza del saldo legame tra le due famiglie.

VERBALE, su Guerrisi Domenico Rocco del 14.12.1948, dove ci conferma che il Guerrisi  viene arrestato per anni sei e mesi sei, di r.m. reati di diserzione e d’insubordinazione.

Il Mercuri, detto U Malandrinu o U Zzi Cicciu,  a Polistena e dintorni metteva insieme un gruppo di uomini d’onore. Si associa alla famiglia Corica, dove controllavano il mercato del bestiame e decisero anche in merito a matrimoni e litigi tra vicini di casa. Inizia la sua latitanza negli anni trenta poi arrestato per pascolo abusivo, appropriazione indebita di terreni e possesso di armi da fuoco. Gli anziani di Polistena raccontano, che quando fu latitante le forze dell’ordine lo trovarono in uno dei suoi terreni nelle vicinanze di Cinquefrondi, si era creato una specie di bunker sotterraneo coperto con rami di ulivo.

Nel 1939 gli vengono confiscati degli immobili e terreni, e già nel 1950 era detenuto nel carcere di Cinquefrondi venne nuovamente arrestato nel 1952, e condotto  nel carcere di Palmi.(4)

Non fu, per altro, l’unico membro della famiglia ad essere arrestato; lo furono anche suoi familiari  per appropriazione indebita di terreni, pascolo abusivo,  e possesso di armi da fuoco: Antonio Cotrone (detto U Zoppu), Domenico Mercuri, Vincenzo Macrì, Michelangelo Muià (detto ‘Mpernu), Michele Zurzolo. Gli vengono confiscati dei terreni e immobili tra Melicucco-Polistena e Cinquefrondi.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alcuni atti giudiziari dell’epoca.(5)

Polistena 1930-1940

Foto di Polistena anni ’30, a destra la masseria del Mercuri-Guerrisi.

Francesco Mercuri morì il 6 settembre 1968, seguito l’anno seguente dalla moglie. Dopo la sua morte, gli pignolano una casa confinante con uno dei suoi terreni, viene distrutta per creare una discesa e l’attuale via rinascita.

Funerale del Mercuri, la casa cerchiata, poi viene distrutta.

FB_IMG_1464691595142 (3) - Copia

Viene ricordato come un uomo di altri tempi che aiutava i più bisognosi. Partecipa alla nascita del comune di Melicucco, che risale al 14 luglio 1936, anno in cui Melicucco, in precedenza era frazione di Polistena, il Podestà di Polistena era Giuseppe Lombardi ed il Rev. Monsignore Luigi Guido, Arciprete di Polistena, parenti del Mercuri.

Lombardi Mercuri Guido

(1) Francesco Guerrisi dopo la scomparsa di suo padre Domenico Rocco viene cresciuto dallo zio Mercuri e la moglie Pasqualina Guerrisi, lo fanno studiare e lo inseriscono nel mondo del lavoro.

(2) Trasferito al Campo di concentramento di Buchenwald il 4 dicembre 1944, dove se ne perdono le tracce. Presumibilmente morto a Buchenwald.

(3) Atto di vendita del 1922, conservatoria delle ipoteche di Reggio Calabria 1946, atto di vendita del 1942, 1946 e 1949.

(4) Atti giudiziari del 1950 e 1952.

(5) Atti del 1939, 1950, 1952 e alcune foto dell’epoca.

(6) Storia – Comune di Melicucco

(7) POLISTENA-I Figghioli di lu ponti-Angelo Furfaro 

(8) Storia del paese di Melicucco (RC) frazione di Polistena fino al 13 luglio 1936

 

(9) ME NONNU MI DICIVA canzone calabrese 

(10) PASSAVA FRISCHIETTANDU Marcello Varamo canzone calabrese 

Annunci

Un pensiero su “Francesco Mercuri massaro di altri tempi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...