004 - Copia (2)

Francesco, nato a Polistena il 23 gennaio del 1915, sposato con Spina Carmella. Figlio di Domenico e Fonte Nicolina. Soldato nel fronte territorio metropolita, muore a Polistena il 22 marzo 1944 durante la convalescenza concessa dall’ospedale di Napoli per malattia contratta in guerra, turbercolosi polmonare. (1)

Cimitero di PolistenaCimitero di Polistena.

Polistena monumento ai caduti, foto del '900.Polistena monumento ai caduti, foto del ‘900.

Fratello di Vincenzo Guerrisi (1899-1974), figlio del nobile Domenico (cugino di Don Giovanni di Cinquefrondi),(3) chiamato come soldato di leva di prima categoria della classe 1899 del distretto di Reggio Calabria. Il 26 novembre 1923, gli viene consegnato l’attestato e le medaglie, come soldato vincitore della prima  guerra mondiale.(1)  Autorizzato a fregarsi della medaglia della vittoria n° 194245, concessione n°1215423 classe 1899. Il 31 maggio 1971 gli viene consegnato l’attestato e le medaglie, Ordine di Vittorio Veneto, numero di ordine 6717, onorificenza di cavaliere dell’ordine di Vittorio Veneto.(4)

Guerrisi Vincenzo, attestati e medaglie, prima guerra mondiale,
Guerrisi Vincenzo prima guerra mondiale

Zio di Domenico Rocco (1921- disperso, figlio di ). Soldato del 52° Reggimento di Artiglieria – Divisione Fanteria Torino. Catturato dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943 ed imprigionato nel Reclusorio militare di Peschiera del Garda (Verona). Deportato il 20 settembre 1943 nel Campo di concentramento di Dachau. Arrivato il 22 settembre 1943. Matricola 54230. All’atto dell’immatricolazione il nome viene storpiato in Guerresi. Trasferito al Campo di concentramento di Buchenwald il 4 dicembre 1944, dove se ne perdono le tracce. Presumibilmente morto a Buchenwald.(5)

guerrisi domenico rocco
Guerrisi Domenico Rocco disperso seconda guerra mondiale

Foto storica della via Timpa di Polistena, anni ’40-’50.

I Guerrisi di Polistena 1900 (2)A sinistra lo zio di Francesco, Giuseppe Fonte, con i fratelli di Francesco, Vincenzo, Giuseppe e Agostino.

(1) Giovanni Russo ”Non dimenticateci Caduti e dispersi  polistenesi nella seconda guerra mondiale”.

(2)  e .

(3) La “leva” è uguale per tutti… o quasi – L’Alba della Piana Giovanni Quaranta

(4) Attestato a Guerrisi Vincenzo, Roma 26 Novembre 1923. – Attestato a Guerrisi Vincenzo, Roma 31 maggio 1971.

(5) Nonno Domenico è finalmente uscito dall’oblio | Dimenticati di Stato

(6) Storia di un giovane soldato di Polistena

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...