In origine il cognome era Guarrisi poi Guerrisi, uno dei documenti più antichi che parlano del cognome in Calabria forse è la visita svolta dall’allora vescovo di Mileto il 26 settembre 1630.(1) Il vescovo visita la Chiesa di Santa Lucia (Maropati),  dove si trova tuttora conservata una campana, che  reca la data del 1635, l’iscrizione “Don Franciscus Guarrisi” e l’immagine di Santa Lucia.(1)(2)(3)

Il cognome appare variamente deformato nei documenti: Guarrise 1586; Guarrisi 1600-1707; Guerrise 1700; Guerrisi 1720 al 1884 a oggi. In alcuni documenti della seconda guerra mondiale il cognome del soldato Guerrisi Domenico Rocco diventa; Guerresi-Waris-Gvarisi.

La famiglia Guarrisi-Guerrisi, forse va a vivere nella provincia di Reggio Calabria nel 1600. Numerosi sono gli scrittori della Calabria che parlano di questo cognome,  Antonio Piromalli, Michele Guerrisi, Giovanni Quaranta, Giovanni Mobilia e Giovanni Russo e altri.

Vincenzo Guerrisi con la campana del 1635.Vincenzo Guerrisi con la campana del 1635, con l’iscrizione “Don Franciscus Guarrisi” .

002

Un attestato che parla del cognome Guarrisi-Guerrisi,(4) la famiglia Guerrisi, ha un ceppo nel mantovano e veronese ed uno in Calabria. Il cognome dovrebbe derivare, direttamente o attraverso alterazioni dialettali, dal nome Guerrasius, un’italianizzazione del nome germanico Warin. Il nome del giudice Guerrasius o Guerrasio dichiarato nobile, si trova in tre atti uno con data del 1187 settembre e gli altri due del 1194 marzo e ottobre.(5) Tutti e tre parlano dei conti Tricarico che stava nel castello di Montoro Avellino. Lo stemma raffigurato ci riporta al conte Guerino di Provenza, nipote di Guerino di Turgovia.(13)(14) Contea di Tricarico 

Avellino_map[1]

Armoriale Francese di Hector Le Breton, uno dei più antichi documenti araldici della Francia. Riconosciuto dal XVII secolo come preziosa testimonianza storica, contiene circa 950 blasoni. http://www2.culture.gouv.fr/Wave/image/archim/Pages/03082.htm

In Calabria si trovavano Cavalieri, avvocati, medici, sindaci, sacerdoti e scultori. In un articolo della Gazzetta di Messina e delle Calabrie del 6-7 ottobre 1905, si parla del terremoto di Polistena e Cinquefrondi, e del sindaco avv. Guerrisi.

Libro di Giovanni Mobilia Maropati Anno Domini 1586. In primis uno horto dentro detto casale limito la via pubblica et l’horto di Giurlanda Guarrise serve per lo cappellano Censi in dinari. Minico Guarrise grana doi et mezzo.
Documento della biblioteca di Maropati del 1700. Figlio di Brunone Guarrisi e Elisabeth Ruffo era Pietro. Forse l’atto di nascita di Pietro Guerrisi, fondatore dell’altare di Sant’ Antonio nella chiesa di Santa Lucia di Maropati.
Documento della biblioteca di Maropati del 1700. Forse l’atto di nascita di Domenico Guerrisi figlio di Pietro, fondatore dell’altare di Sant’ Antonio nella chiesa di Santa Lucia di Maropati.

La discendenza dei Guerrisi di Maropati: Don Antonio Guarrisi fondatore della chiesa dell’Assunta il 24 settembre 1707; Don Francesco Guarrisi il cui nome si trova su una campana del 1635; L’altare di S. Antonio di Padova, si trovava nella chiesa di Santa Lucia, i primi atti della cappella sono del 21 febbraio 1707 e quelli del 24 maggio 1708, fondato da Don Pietro Guarrisi; La cappella dello Spirito Santo della famiglia Guarrisi-Guerrisi, fu fondata con atto notarile del 1740 dal reverendo Don Domenico Guarrisi, nei documenti del 1729, la cappella eretta e fondata nella chiesa di Santa Lucia, nell’anno  1832, un ulteriore documento attesta che l’altare è stata trasferita nella chiesa Matrice di San Giorgio Martire; Don Michele Angelo Guerrisi sacrestano della chiesa di Gesù e Maria nel 1720; Michele par.di Maropati  dal 1772 al 1775; frat. Domenico ordine dei predicatori 1784; Don Antonio e Don Domenico presenti nella visita pastorale del vescovo nel 1822; Don Antonio titolare nella chiesa San Pietro e Paolo di Jatrinoli (Taurianova). Il 20 giugno del 1884 il sindaco di Maropati era il cavaliere Antonio Guerrisi (questa famiglia era molto ricca). Antonio Piromalli nel suo libro ”MAROPATI Storia di un feudo e di una usurpazione”, parla del sindaco Guerrisi è lo descrive come ricco erede dello zio arciprete parroco di Jatrinoli, antigaribaldino prima e capitano della guardia nazionale poi. Sempre Piromalli, scrive che il 12 novembre 1862 (il regolamento di polizia urbana del comune), anche lontani dal paese e in prossimità di corsi di acqua dovevano essere collocai i trappeti quelli esistenti erano di proprietà di Antonio Guerrisi fu Vincenzo e Antonino Guerrisi fu Domenico. Alcuni dei Guerrisi di Maropati negli anni andarono a vivere sia nella vicina Polistena –Cinquefrondi che a Cittanova.

gue maropati
Guerrisi Francesco ufficiale dello stato civile doc. 1827-1828 cancelliere Giuseppe Jaconis, comune di Maropati (Tritanti).

Nella foto da sinistra Chiesa di Santa Lucia, Chiesa Matrice di San Giorgio. Foto di Vincenzo Guerrisi inserite su Wikipedia il 1 e 2 gennaio 2016. Un grazie al signor Giovanni Mobilia di Maropati.

Vergine Santissima della Assunta, lo Spirito Santo, Sant’Antonio di Padova.

DSCN1737La statua di Santa Lucia che si trova nella chiesa di Santa Lucia, la campana del 1635 con l’immagine di Santa Lucia.

L’ospedale di Polistena

L’Ospedale Santa Maria degli Ungheresi di Polistena, nel 1947 l’ospedale viene ammodernato, con la realizzazione di una prima sala operatoria. A tale risultato contribuì il medico chirurgo Antonino Guerrisi di Maropati (1900-1968), che fu direttore sanitario dal 1947 al 1960.(6) Su iniziativa del polistenese Raffaele Lagamba, una sottoscrizione tra i soci del Circolo dei Calabresi di New York ha permesso nel 1973 l’acquisto di un’autoambulanza per l’ospedale.

Molte altre sono le storie su questo cognome. I Guerrisi di Polistena sono arrivati da Maropati e Cinquefrondi alla fine del 1700 ( ).

Guerrisi Domenico Polistena
Guerrisi Domenico ufficiale dello stato civile e cancelliere (doc.1841, anni 1810 al 1818, nascite morti e atti di matrimoni) sindaco Felice Antonio Sigillo’ comune di Polistena (Melicucco).

Giovanni Russo nel suo libro di Polistena la chiesa di S.Anna, scrive di un mio lontano zio Giuseppe Guerrisi, siamo nel 1810.(7) Poi di mio zio Francesco (23.01.1915 m. 22.03.1944),(8) di mio  nonno Domenico Rocco (26.08.1921 m. ?- suo figlio Francesco infermiere)(9), figlio del cavaliere , suo nipote Domenico infermiere suonava nello Storico Complesso Bandistico di Polistena.(10)

Famiglia Guerrisi documenti Polistena fiume fondo Sgradi 1800-1900. Nel documento si parla di un Guerrisi nel 1823 forse di Domenico, da lui discende Don Domenico (18–/18–) di Giuseppe, papà del mio bisnonno Vincenzo. Si ricorda che Melicucco, dal 1816 e fino al 1936 è stata frazione di Polistena.

untitled

28450227_1189622214474170_1969897186_n - Copia

I Guerrisi di Polistena 1900 (6)

Nella foto da sinistra, Guerrisi Vincenzo (1899-1974 sposato con Concetta Pronestì) con i fratelli Giuseppe (1903-1974  sposato con Giuseppina Macrì), Agostino (1906-1978 sposato con Spina Maria C.),  Francesco (1915-1944 sposato con Spina Carmela) e la sorella Maria Concetta Immacolata (1919-1975) . Figli di Domenico e Fonte Nicolina.

DSCN0536 (2)I Guerrisi Fonte del 1800-1900 di Polistena, a destra Francesco Guerrisi (1915-1944) scomparso per la seconda guerra mondiale con suo nonno Fonte Giuseppe e lo zio Fonte Domenico  (1875-1956).

Vincenzo Guerrisi, nato a Polistena (RC) il 23 gennaio 1899, figlio di Don Domenico di Giuseppe (cugino di Don Giovanni di Cinquefrondi) e Fonte Nicolina. Sposato con Concetta Pronestì, chiamato come soldato di leva di prima categoria della classe 1899 del distretto di Reggio Calabria. Il 26 novembre 1923, gli viene consegnato l’attestato e le medaglie, come soldato vincitore della prima guerra mondiale. Autorizzato a fregarsi della medaglia della vittoria n° 194245, concessione n°1215423 classe 1899. Il 31 maggio 1971 gli viene consegnato l’attestato e le medaglie, Ordine di Vittorio Veneto, numero di ordine 6717, onorificenza di cavaliere dell’ordine di Vittorio Veneto.

Guerrisi Vincenzo, attestati e medaglie, prima guerra mondiale,

guerrisi domenico roccoDomenico Rocco Guerrisi 12-01-1943. Nato a Polistena il 26-08-1921, figlio di Guerrisi Vincenzo (di Domenico e Fonte Nicolina) e Concetta Pronestì. Soldato del 52° Reggimento di Artiglieria – Divisione Fanteria Torino. Catturato dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943 ed imprigionato nel Reclusorio militare di Peschiera del Garda (Verona). Deportato il 20 settembre 1943 nel Campo di concentramento di Dachau. Arrivato il 22 settembre 1943. Matricola 54230. All’atto dell’immatricolazione il nome viene storpiato in Guerresi. Trasferito al Campo di concentramento di Buchenwald il 4 dicembre 1944, dove se ne perdono le tracce. Presumibilmente morto a Buchenwald.

001 - Copia (5)Francesco Guerrisi nella foto a destra, nato a Polistena il 23 gennaio del 1915, figlio di Domenico 18–/19–  (fu Giuseppe 17–/18– ) e Fonte Nicolina 18–/19–,  sposato con Spina Carmela. Soldato nel fronte territorio metropolita, muore a Polistena il 22 marzo 1944 durante la convalescenza concessa dall’ospedale di Napoli per malattia contratta in guerra, turbercolosi polmonare.

Francesco Guerrisi
Francesco Guerrisi di Domenico Rocco
007
Cotrone Antonio Pronestì zio dei Guerrisi

Nell’alba della piana dicembre 2014, molto bello l’articolo di Giovanni Quaranta, la “leva” è uguale per tutti… o quasi. Siamo nel lontano 1863 a Cinquefrondi, con un atto notarile Don Vincenzo Guerrisi  del fu Don Giovanni (di Francesco legale), riesce ad evitare la leva militare.(11) Giovanni Mobilia sempre a dicembre 2014, parla della chiesa dell’Assunta di Maropati, ci racconta la storia di Don Antonio Guarrisi. Fondatore della Chiesa, con decreto della Curia vescovile anno 1708 (I Guarrisi-Guerrisi di Maropati).(12)In una successiva visita pastorale del 21 febbraio 1707 era presente l’altare, intitolato a Sant’Antonio di Padova,  e nel 1729 una  cappella dedicata allo Spirito Santo(1*) sotto il patronato della famiglia Guerrisi.

dafanch06_a103502n00007_2
Armoriale Francese di Hector Le Breton, uno dei più antichi documenti araldici della Francia. Riconosciuto dal XVII secolo come preziosa testimonianza storica, contiene circa 950 blasoni. http://www2.culture.gouv.fr/Wave/image/archim/Pages/03082.htm

Stemma Guerrisi

(1) La chiesa di s. lucia di maropati – AnoiaOnline Giovanni Quaranta 2006 – (1*) A.S.D.M.,IC Sch.14, pp.43r-44v, dove si riporta fondata con atto notarile nel 1745, mentre un altro documento del 1832 la riporta fondata dal cappellano don Domenico Guerrisi nel 1729.

(2) Antonio Piromalli: Maropati, storia di un feudo e di una 

(3) CALABRIA-Maropati (R.C.) e la campana di Santa Lucia del 1635

(4) https://vincenzoguerrisi.wordpress.com/2016/11/20/guerrisi-conti-nobili

(5) l’atto del 1187 e firmato dal giudice Guerrasius-Guerrasio dichiarato nobile, i due atti del 1194 forse era il figlio del primo visto la data.

(6) Francesco Calcaterra, Dolorosa storia della Farmacia dell’Ospedale “Santa Maria degli Ungheresi” di Polistena, it.scribd.com, 15 gennaio 1947. 

(7) Giovann Russo, Polistena la chiesa di S.Anna 1996.

(8) Guerrisi Francesco 23-01-1915 m. 22-03-1944. Libro Giov. Rus. Non dimenticateci caduti e dispersi polistenesi nella seconda guerra mondiale 2011.

(9) Storia di un giovane soldato di Polistena 

(10) Storia – Storico Complesso Bandistico “Città di Polistena”

(11) La “leva” è uguale per tutti… o quasi – L’Alba della Piana Giovanni Quaranta

(12) La chiesa dell’Assunta di Maropati  L’alba della Piana 2014 Giovanni Mobilia

(13) RootsWeb: GEN-MEDIEVAL-L NEW FORUM READY!/IL NUOVO … Annuaire genèral hèraldique universal paris: institut hèraldique, 1901. (FR) Almanach De Gotha Pour L’ Année …: annuaire généalogique, diplomatique et statistique, Chez Justus Perthes, 1º gennaio 1836.

(14) (EN) Nobiltà carolingia-Warin. Isanbart-Guerino, conte di Provenza, Chalon e Macon (Des Franken). Heraldris  Institute of Rome, origini del cognome Guerrisi.  Chiesa di Santa Lucia (Maropati) – Archive.is

Annunci

3 pensieri su “Storia del cognome Guarrisi-Guerrisi di Calabria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...